Storia

Presente da generazioni nel settore vitivinicolo la famiglia Pellegrini decide nel 1996 di creare ed intraprendere il progetto Aia Vecchia per poter produrre vini di grande livello qualitativo.

Con l’aiuto e la consulenza enologica del famoso enologo ungherese Tibor Gal vengono acquistati terreni di particolare interesse in zone privilegiate della Costa Toscana, come Bolgheri e la Maremma Grossetana.

Per   la   realizzazione   degli impianti di   vigneto   viene   interpellato   l’agronomo Neozelandese   Daniel Schuster con  il quale viene scelto ed individuato con cura ogni singolo appezzamento, varietà, cloni e portainnesto diversi.

Per questi motivi e per maggiore sicurezza i proprietari curano con scrupolosità l’acquisto delle barbatelle recandosi essi stessi a controllarne la qualità e l’allevamento.

Nel 1998   la   presentazione   del   primo   vino “ LAGONE ”   un vino strutturato, chiara espressione del   territorio da cui   proviene, ma   al tempo stesso elegante e molto gradevole che si impone subito all’attenzione degli amanti del settore tanto che riesce a raccogliere importanti recensioni da parte della stampa specializzata come Wine Spectator, Wine Enthusiast e altri.